Salta al contenuto
Rss



Il Pont, la Porta del Gran Paradiso

Che bel paesaggio sotto di noi
Stiamo sorvolando Pont Canavese, che è il mio paese di origine. Infatti io sono il "Peilacan".


Che strano nome!
Il mio nome è legato al lavoro che facevo molto tempo fa: il cacciatore di cani. Verso la fine del '600, a causa delle guerre e della peste, il paese era poverissimo ed era infestato da cani inselvatichiti che rappresentavano un pericolo per le greggi e per i bambini. Io li catturavo e li scuoiavo. Le pelli venivano utilizzate per fare le scarpe per la gente più povera. Sono diventato per la storia di questo paese, un personaggio così particolare che mi hanno scolpito proprio nel momento in cui sto catturando un cane. La mia statua la puoi vedere laggiù, proprio vicino al palazzo comunale.

Queste montagne così alte sono le Alpi...
Sì, quelle Nord occidentali, e Pont Canavese ha una posizione "strategica", perché è il naturale punto di incontro e di raccordo fra due valli.

Quali valli?
Sono le Valli Orco e Soana che si biforcano poco a monte del paese. Esse sono la porta d'ingresso al versante canavesano del Parco Nazionale del Gran Paradiso, la vasta area di natura alpina protetta tra le più antiche (è stata creata nel 1922) e famose d'Europa. Su entrambi i valloni, domina dall'alto dei suoi 3164 mt., la Rosa dei Banchi, una delle cime più conosciute della valle. Pont Canavese, che si trova a 450 mt. sul livello del mare, con i suoi 4000 abitanti è la cittadina più importante delle due valli e, forte della sua posizione strategica, è il naturale punto di incontro e di raccordo tra le due realtà valligiane.





Il Suggerimento

Nei laboratori e nelle officine operanti nel paese, si possono ancora trovare begli oggetti lavorati a mano e con metodi antichi, in rame, in legno intagliato, in ferro battuto e in ceramica dipinti a mano.
Nei vari negozi del paese è possibile trovare la caratteristica "toma" di montagna oppure i famosi grissini.
Sono da consigliare inoltre i prodotti di pasticceria come le "giuraie", confetti prodotti secondo una vecchia ricetta in cui venivano utilizzate, contrariamente al resto d'Italia, le nocciole al posto delle mandorle.
Caratteristici inoltre il "pandolce", i "baci del Gran Paradiso" e le paste di meliga confezionati secondo antiche ricette.
Nei molteplici ristoranti si può cenare a base di piatti tipici locali o anche semplicemente gustare ottimi panini ripieni di acciughe al verde.







Inizio Pagina Comune di PONT CANAVESE (TO) - Sito Ufficiale
Via Marconi n.12 - 10085 PONT CANAVESE (TO) - Italy
Tel. (+39)0124.862511 - Fax (+39)0124.84873
Codice Fiscale: 83501970012 - Partita IVA: 02413750015
EMail: info@comune.pontcanavese.to.it
Posta Elettronica Certificata: pont.canavese@cert.ruparpiemonte.it
Web: http://www.comune.pontcanavese.to.it


|